A Serra Madre, il 25 e 26 Novembre c'è il WAVE MARKET



Illustrazione realizzata da: Veronica Cosimetti




Wave Market è l'occasione per scoprire l'artigianato in tutte le sue forme, per imparare qualcosa in più sul processo di lavorazione che si cela dietro ogni creazione e, soprattutto, per sostenere il Made in Italy. 

Vi aspettiamo Sabato 25 e Domenica 26 Novembre dalla mattina alla sera nel nostro posto preferito, Serra Madre, per un weekend all'insegna della creatività, della condivisione e dello stare bene insieme. 


· Market: Più di 70 artisti selezionati da tutta Italia, con creazioni artigianali e idee originali.

· Street Food: Un'accurata selezione di 5 food truck, birre artigianali, vino biologico, miscele di caffè e dolci.

· Lab: Spazi interattivi con nuovi workshops per adulti e tanti laboratori per bambini, per allenare la creatività di ogni età.

· Live: Tanta musica per accompagnare due giornate all’insegna della condivisione, della spensieratezza e dell’allegria.

· Hub: Uno spazio dedicato alle giovani idee, un bacino in cui raccogliere progetti in erba.


Wave Market veicola un messaggio positivo, rivolto soprattutto ai giovani: incoraggiarli a diventare imprenditori di se stessi.


INGRESSO GRATUITO!
Creiamo connessioni. #wavemarket


Sabato 25 e Domenica 26 Novembre dalle 10 alle 21
Serra Madre - Via di Macchia Palocco, 320, Roma 

Programma: www.wave-market.com 


Tra gli espositori sarà presente anche Bianca Flut


#Mydeskisblue: il 25-26 novembre continua la seconda edizione della rassegna FEMALE TOUCH


A Roma la Festa del Cinema non finisce con la fine del festival... Dal 4 Novembre prosegue per un mese a BLUE DESK con la seconda edizione della rassegna FEMALE TOUCH.


Ingresso under 30 (senza guardare la carta d'identità) a 3€, e 5€ per tutti gli altri

#mydeskisblue, la nostra campagna per salvare Blue Desk, è sempre più viva. Noi offriamo cultura con la C maiuscola, voi siate presenti e continuate a sostenerci.

Vi aspettiamo!

È in corso a Firenze la mostra di pittura di Romina Farris



La mostra “Memorias de amor” di Romina Farris, vuole tracciare un percorso sulla memoria non cosciente nel vissuto dell’artista. Memoria che gli artisti cercano di trasformare in immagini con colori linee e forme. Davanti ad una tela bianca, la fantasia dell’artista con colori e pennelli trasforma le proprie memorie in immagini silenziose, provando a cercare un rapporto con chi le guarda, per riconoscersi in quel linguaggio universale che è ogni Essere umano.

Si è scelto un titolo in spagnolo, per il vissuto dell’artista, che è nata nel 1971 a Lima Perù e ha trascorso l’adolescenza tra Colombia, Ecuador, Venezuela, Cile in una atmosfera di colori e profumi legati a queste terre. Dopo varie mostre a Roma arriva per la prima mostra personale a Firenze in un nuovo viaggio.

La musica, il suono accompagnerà  l’inagurazione della mostra, pittura e suono si abbracceranno in una affascinante danza.

Profilo Artistico
Arriva in Italia nel 1988 studia all’Istituto Europeo di Design, come Art Director. Tra bozzetti disegni e pantoni scopre la passione per il disegno e la comunicazione. Lavora per varie agenzie internazionali di Pubblicità agenzia Leo Burnett – Ministero degli Esteri – Cooperazione italiana allo sviluppo e Wundermann (Gruppo WPP). La curiosità la porta a lavorare come Multimedia Graphic designer per la Clonwerk e LA7 Televisioni.
Inizia la ricerca nel campo della pittura da autodidatta nel 2006 partecipando a mostre collettive nell’ambiente romano. Il colore è l’elemento che caratterizza la sua pittura, colori caldi fatti di rossi, gialli e arancioni. Dietro ai segni tribali del primo piano, si sente scorrere la mano e forse tutto il corpo che sembra avere con la tela un rapporto quasi fisico e primitivo. Segni, linee, colore, raccontano di sensazioni e suoni legate a vissuti primitivi, sentiti con la propria pelle.
Nel silenzio, ritrovo la tua voce. Un soffio di vento sfiora la mia pelle, so che è il tuo profumo.
Una melodia colorata che annuncia un abbraccio vicino”.

BLUE DESK: un luogo della cultura da salvare! #Mydeskisblue



#Mydeskisblue


BLUE DESK è una delle associazioni pulsanti del paese: cinema, documentari, teatro, progetti nelle scuole, avanguardia sui temi sociali, laicità, grandi eventi gratuiti. Ha realizzato retrospettive sui più grandi cineasti contemporanei, ha prodotto alcuni dei più significativi documentari e spettacoli teatrali degli ultimi anni, ha fatto da battistrada raccontando i tanti nervi scoperti della società e dato risposte concrete ai vuoti delle istituzioni.
È una realtà dinamica che lavora dal 2008 in tutta Italia e che fa progetti anche all'estero, ma che ha le fondamenta a Roma, in un piccolo luogo 'magico' dove dal 2013 si sostiene il cinema-documentario attraverso proiezioni ed incontri con gli autori, dove suonano musicisti di grande livello, dove vanno in scena libri e performance, dove nascono le idee ed il coraggio per intraprendere sfide impari (come solo i progetti culturali sanno essere...).

UN LUOGO CHE ORA RISCHIA DI CHIUDERE!

INFORMATI E DONA: QUI 

Ne ha parlato anche il settimanale Left, QUI

La presentazione de "La bella e la bestia" è adesso disponibile in rete

  
La bella e la bestia alla biblioteca G. Marconi di Roma from Maurizio Maturi on Vimeo.
 
"La Bella e la Bestia" in una nuova traduzione, con testo originale a fronte e due premesse che collocano la fiaba nel suo contesto storico e ne evidenziano i contenuti latenti. Video di Maurizio Maturi. Con Antonella Pozzi, Gabriella Terenzi, Annamaria Zesi, letture di Marina Parrulli, musica Giulio Carè. Presso Biblioteca Guglielmo Marconi in Roma.