Il 10 maggio esce "Ale", il nuovo album di Giordano

 


Le chitarre di “Ale” sono state registrate in meno di quattro ore ai Syed Studios di Latina, in un periodo di intensa attività musicale. Le prime in assoluto sono state quelle di “Cris”, “Cris again” e “Jazz”, ispirate a una persona che ha lasciato un segno indelebile nella vita di Giordano, che ha provato a rendere in musica i propri sentimenti. L’ultimo pezzo ad essere registrato (il primo in scaletta) è Ale decisamente rock, ed è arrivato nel momento in cui il chitarrista stava dialogando col padre, a contatto con tutte le cose belle rimaste di lui, indelebili da lì all’eternità. È un pezzo per niente tetro per niente lugubre, ma ironico e divertente, fresco come la persona che lo ha ispirato, un figlio di buona donna. Rispetto a “Cris” la sfida è stata di amare la bellezza di una persona senza invaderne la vita privata, di innamorarsi dei suoi comportamenti e dei suoi momenti più belli. Le chitarre sono volutamente pulite e durante l’esecuzione si cerca il fraseggio per dire che è ancora tutto possibile, e che si può continuare vivere senza paura di farsi male.

“Ale” è dedicato ad Alessandro Giordano, scomparso nell’estate del 2020, esempio per tantissimi giovani per la sua coerenza, caparbietà, ostinazione, pulizia e per non essersi mai piegato di fronte a niente e nessuno. 

GIORDANO - Dopo le prime influenze familiari che gli hanno fatto conoscere il rock anni, Rocco Giordano si è formato musicalmente a Piazza Quadrata, Latina, con il nome di battaglia di “Metallino”. A metà degli anni ‘80 l’heavy metal era nel suo massimo splendore e in piazza si poteva ascoltare musica dalle auto, bevendo birra sdraiati sul prato. Le chitarre classiche erano alla portata di tutti e ci si muoveva sempre uniti, in giro per l’Europa a vedere concerti. Chitarrista virtuoso, a vent’anni ha inciso il suo primo EP ed è stato tecnico backliner di artisti come Tozzi, Ruggeri, Cocciante e Pausini. Nel corso degli anni ha pubblicato l’album “Virgole”, il singolo “Thursday” e, infine, “Lockdown”: album scritto e registrato durante l’emergenza sanitaria del marzo 2020 a cui è seguito un tour virtuale, cominciato a gennaio 2021 e durato più di due mesi.


La pagina personale di Giordano su Facebook è QUI


Cesare Cesarini in diretta di mercoledì su Talk City Roma





prossimi ospiti saranno:

mercoledì 21 Nando Citarella;

mercoledì 28 Antonello Costa;

mercoledì 5 maggio Daniela Ioia.

È uscito "Al civico 2", edizioni Ensemble: undici voci per undici testimonianze

 





Italia, marzo 2020. Lockdown in tutto il paese. Roma, a parte qualche fantasma che si aggira per il centro, è deserta. In questo clima surreale, undici persone decidono di reagire alla chiusura forzata attingendo alla loro forza creativa. Guidati da una donna misteriosa, che li metterà di fronte agli eventi critici delle loro vite, iniziano un viaggio inaspettato, ognuno alla ricerca del proprio tesoro perduto. Fino all'approdo in una terra sconosciuta che cambierà definitivamente le loro storie.

Il fazzoletto di Desdemona, installazione di Emanuela Mastria, a Roma fino al 21 aprile

 



 

Il fazzoletto di Desdemona  

 

Installazione di Emanuela Mastria 

a cura di Michela Becchis 

Opera 00|20  

a cura di Paola Paesano 


ATTENZIONE: la mostra sarà aperta al pubblico da martedì 9 marzo.

 

Orari: dal lunedì al venerdì su prenotazione  

tel. 06 68802671  

mail b-vall.promozione@beniculturali.it 

sabato e domenica chiuso 

Ingresso gratuito


Formazione musicale psicodinamica: l'Associazione ANORA lancia il laboratorio e il libro

Sono in lancio il libro Formazione Musicale Psicodinamica e il nuovo Laboratorio di Formazione Musicale Psicodinamica.

Il libro prosegue e sviluppa quanto già iniziato con i precedenti scritti del M° Tony Carnevale, ma propone un'inedita associazione della parola “psicodinamica” alla formazione musicale: nulla a che vedere con musicoterapia, arteterapia o psicoterapia. Il libro chiarisce i diversi scopi e le diverse modalità di attuazione di queste materie.





Per ulteriori approfondimenti si può consultare il sito dell’Associazione Anora (associazioneanora.blogspot.com) dove nella Home page, dall’inizio e poi scorrendo verso il basso, ci sono due post più specifici su queste due novità.



"Tango, una rivoluzione che fa abbracciare": è uscito l'album di Marcela Szurkalo e Lorenzo Bucci

 


Tango, una rivoluzione che fa abbracciare

Marcela Szurkalo, voce
Lorenzo Bucci, chitarra

“Un ponte” viene costruito tra due terre lontane: l’Argentina e l’Italia.
Per arrivare dall’altra parte, passa per oceani, montagne, campagne, deserti e laghi… Tutto è possibile perché su questo ponte circolano le persone… e le persone, per cercare la vita, l’amore, un sole più bello e i fiori, fanno cose immense, cose dette impossibili.
Tango, milonga e canzoni per raccontare il movimento dei popoli e la nascita di un fenomeno culturale che fa “abbracciare” e camminare al ritmo del “dos por cuatro”

Un'anteprima si può ascoltare QUI

1 – Yira Yira. (Discepolo) 3,05
2 – Pequeña. (Maderna,Expósito) 3,55
3 – Por una cabeza. (Gardel, Le Pera) 2,50
4 – Canzoneta. (Suarez, Lary) 3,51
5 – Tú. (Dames, Contursi) 3,27
6 – Milonga sentimental. (Piana, Manzi) 2,26
7 – Barro tal vez. (Spinetta) 4,34
8 – Flores negras. (De caro, Gomila) 3,29
9 – Oblivion. (Astor Piazzolla) 3,21
10 – Yo soy Maria. (Piazzolla, Ferrer) 3,39
11 – No llores por mi Argentina. (Lloyd Webber, Rice) 4,17


Seguendo questo link: http://www.marcelaszurkalo.it/prodotto/tango-una-rivoluzione-che-fa-abbracciare/ si può acquistare e scaricare l'album in formato mp3 e, per utilizzarlo come idea/regalo per le feste, basta inserire l'indirizzo email della persona a cui si vuole regalare.